UN CLASSICONE: LA MINIGONNA DAL PANTALONE

dal pantalone alla gonnaInevitabilmente a fine stagione, complici i saldi o qualche banchetto da mercato, compro sempre -SEMPRE!- un paio di jeans che “se poi perdo quel chiletto e mezzo” mi andranno a pennello. Peccato che quelle tre libbre rimangano lì imperterrite…ed io non cerchi mai in alcun modo di scacciarle.

Sarò l’unica a cadere in questa trappola demoniaca? Credo di no.

Vi propongo quindi una soluzione che permette di eliminare l’ingombro dall’armadio, la frustrazione dell’inevitabile “vediamo se son dimagrita” e la scocciatura di aver speso dei soldi (fossero anche 2 euri) inutilmente…insomma: 3 piccioni con 1 fava! Ovviamente l’escamotage vale se siete donne…oppure uomini dai gusti piuttosto trasgressivi…

Materiale di partenza per cimentarsi con il tutorial? Un paio di pantaloni taglio jeans dalla gamba non aderente, va benissimo se sono un po’ stretti alla cintura a patto che siano a vita bassa: trasformandoli in gonna tenderanno a salire un po’ e ci faranno guadagnare i centimetri mancanti in larghezza..

Occorrente in ordine sparso:

  • 1 paio di pantaloni taglio jeans che rispondano ai requisiti di cui sopra
  • 1 macchina da cucire
  • 1 paio di forbici
  • 1 paio di forbicine
  • 1 rocchetto di filo per imbastiture
  • un gessetto da stoffa ed un righello
  • 1 rocchetto di filo di colore abbinato  a quello delle impunture esistenti
  • spilli q.b.
  • ago e ditale
  • 1 ferro da stiro

Realizzazione:

  1. stendi i pantaloni e, con il righello ed il gessetto per stoffa, traccia una riga parallela al cinturino all’incirca all’altezza del ginocchio. pant1 Taglia il pantalone (sia il davanti che il dietro) seguendo la riga tracciata.
  2. forbicine in mano: è il momento di scucire! Inizia dalle cuciture dell’interno coscia, facendo attenzione a non tagliare la stoffa, ed arriva ad aprire entrambe le gambe fino all’inguine: avrai separato così i due pannelli davanti delle gambe del pantalone dai due pannelli dietro.
  3. partendo dall’inguine ora prosegui a scucire sul davanti, fermandoti mezzo centimetro prima delle cuciture dalla patta.
  4. sul dietro, sempre a partire dall’inguine, scuci fino ad un centimetro dalla baschina. Togli i pezzetti di filo rimasti dal tessuto, aiutandoti anche con una spazzola per vestiti.
  5. stendi gli ex pantaloni, con il davanti in alto, su un piano comodo, armati di spilli e molta pazienza..seguendo la conformazione della patta, prosegui nella sovrapposizione di un pannello del davanti sull’altro. Cerca di ottenere una superficie piana, senza bozzi o pieghette!pant2 Prenditi il tuo tempo, fissa il tessuto con gli spilli senza cercare di ottenere il risultato perfetto al primo colpo, ma anzi riposizionando gli spilli più volte… Ottenuta una forma soddisfacente imbastisci lungo tutti i margini della sovrapposizione e togli gli spilli.
  6. gira i pantaloni: passiamo al dietro! Partendo dalla baschina, sempre seguendo la sovrapposizione delle impunture esistenti, spilla un pannello sull’altro…ma…attenzione! in questo caso, oltre ad evitare bozzi e pieghe, devi cercare   di fissare le due parti in modo da creare una lieve curvatura in corrispondenza del…sedere! pant3Ti consiglio perciò di fissare con gli spilli, provare, aggiustare gli spilli, provare di nuovo….fino a che non sarai soddisfatta/o. Come per il davanti prosegui imbastendo, togli gli spilli e prova di nuovo: quasi sicuramente dovrai fare ulteriori aggiustamenti…
  7. è tempo di decidere la lunghezza: prova la gonna e , senza curarti dello spacco centrale, decidi dove vorresti l’orlo, prendendo il segno con uno spillo. Togli la gonna e rivoltala: sul rovescio della stoffa, aiutandoti con righello e gessetto, traccia una linea parallela alla vita all’altezza dello spillo puntato. Taglia l’eccesso di stoffa, lasciando, al di sotto della linea tracciata, 2 centimetri per l’orlo.
  8. sicuramente sul davanti, e probabilmente anche sul retro, avrai notato che rimane uno spacco centrale…non proprio elegante! Per risolvere recupera i pezzi di stoffa tagliati al punto 1 e ricavane uno (se ti occorre solo per il davanti) o due (se ti serve chiudere sia il davanti che il retro) rettangoli seguendo questa formula:  altezza rettangolo= altezza spacco +1cm per la cucitura in alto + 2 cm per l’orlo; larghezza rettangolo= larghezza spacco alla base + 2 centimetri per le cuciture laterali. Stendi nuovamente la gonna su un piano, con il davanti in alto, ed inserisci il rettangolo sotto i due pannelli del davanti, in modo che gli orli combacino. Ferma la stoffa con alcuni spilli ed imbastisci. pant4Togli gli spilli dal davanti e ripeti l’operazione sul dietro.
  9. trasferisciti alla macchina da cucire: prosegui le impunture esistenti (normalmente nei jeans ce ne sono due, ad una distanza di qualche millimetro l’una dall’altra) lungo le imbastiture, sia sul davanti che sul retro.  Togli l’imbastitura e, rivoltando la gonna al contrario, taglia l’eccesso di stoffa che rimane all’intero…sempre lasciando almeno mezzo centimetro dalle cuciture. Rivolta la gonna dal dritto e stira.
  10. seguendo la linea disegnata all’interno della gonna (punto 7) e piegando due volte la stoffa all’interno, imbastisci l’orlo (http://www.pfaff.com/it/8141_8278.html). Ripassa l’imbastitura con la macchina sa cucire, creando un’altra doppia impuntura sul modello delle cuciture fatte precedentemente.
  11. stira e…indossa!
con lo stesso procedimento ho ottenuto una minigonna di velluto fuxia

con lo stesso procedimento ho ottenuto una minigonna di velluto fuxia

Annunci